Bueggio 21 dicembre 1923

Distinta degli oggetti perduti da Morzenti-Piantoni Antonia, nel disastro del Gleno.

1. Oggetti di Cucina
caldaia di rame del valore di circa 200 lire
vaso in legno per lavoro del valore di circa 25 lire
tavolo grande del valore di circa 125 lire
panca in legno del valore di circa 15 lire
n. 3 sedie del valore di circa 45 lire
stufa del valore di circa 100 lire
secchie di zinco del valore di circa 30 lire
stoviglie del valore di circa 70 lire
n. 3 paiuoli in pietra del valore di circa 90 lire
credenza in legno con rispettiva alzata del valore di circa 250 lire

2. Indumenti
un paio di pianelle del valore di circa 30 lire
un pio di scarpe nuove del valore di circa 80 lire
n. 4 vesti da donna del valore di circa  200 lire
n. 1 vestito completo da uomo in lana del valore di circa 350 lire
n. 5 lenzuola di lino del valore di circa 150 lire
n. 6 fodere di lino del valore di circa 45 lire
n. 3 paia di scarpe per bambino del valore di circa 50 lire
n. 6 asciugamani di canapa del valore di circa 30 lire

3. Altri oggetti
n. 5 galline del valore di circa 60 lire
culla per bambino del valore di circa 20 lire
fasce, pannolini, cuffie, corpettini etc. del valore di circa 100 lire

totale L. 2065

Aggiungo che il letto matrimoniale nuovo fu ridotto in uno stato compassionevole, e pure il guardaroba, ed una cassa in legno. I quali oggetti per essere riportati e adibiti all'uso richiede, a detto di perito una somma non inferiore alle 300 lire.
Di più, la sottoscritta in seguito allo spavento subito al momento del disastro ammalò e dovette sottoporsi ad una cura che le costò circa 250 lire.

In fede
Piantoni Morzenti Antonietta

www.scalve.it