Cava Domenico fu Giovanni, anni 21, manovale, Vilmaggiore.

“… per tale incitamento e per il burbero modo che gli assistenti della Ditta Vita & C. usavano verso di noi operai, si faceva una vita stentata e da bestie”.

(Tratto dal libro "Il disastro del Gleno" di G. Sebastiano Pedersoli - Edizione riveduta in occasione del 75° anniversario - Copyright Edizioni Toroselle di Pedersoli dott. Giacomo)

www.scalve.it