Francesco Bendotti

1° Dicembre 1923 alle ore 7.10 mi trovavo sulla porta di casa sento che mi chiama la mia cognata e mi dice guarda che cosa si vede mi giro e vedo una montagna di acqua e di fuoco era il forno che nel entrare l’acqua era scoppiato ò appena fatto in tempo a avvisare la moglie che si trovava in cucina con la bambina, e io mia cognata e per ultima mia moglie ci siamo avviati per una stradicciola che porta in campagna ma lacqua ci a subito raggiunti portando via la casa la moglie e la bambina. 4 giorni dopo a Angolo è stata ritrovata e stringeva ancora fra le braccia la sua piccola creatura. È stata poi sepolta nel cimitero di Angolo.

(Tratto dal libro "Da Collere a Colere" a cura di Angelo Bendotti - Amministrazione Comunale di Colere - Associazione editoriale: Il Filo di Arianna)

www.scalve.it