MADONNINA di COLERE
COMITATO PER LE CELEBRAZIONI DEL 350° ANNIVERSARIO DELL'APPARIZIONE DELLA MADONNINA DI COLERE
C/o Parrocchia di Colere - Via del Camposanto 5 - 24020 COLERE -  Addetto Stampa Tel. 035 964011

Comunicato stampa n. 3, Colere, 03.04.2004
RIAPRE IL SANTUARIO DELLA MADONNINA DI COLERE PER IL 350° ANNIVERSARIO

Ci siamo! Colere apre fra una settimana le manifestazioni per ricordare il 350° Anniversario dell’Apparizione della Madonna in località Fontane. Da allora quel luogo si chiama “la Madonnina di Colere”. E’ l’unico Santuario mariano della Val di Scalve che ricordi l’Apparizione della Madonna, per cui ancora oggi raccoglie molte devozioni da parte degli abitanti di Colere ma anche della Valle di Scalve e della vicina Borno in provincia di Brescia. Fu proprio il pastore Bartolomeo Burat che il 2 luglio 1654 fu guarito dalla Madonna che intervenne a salvarlo apparendogli mentre portava le pecore a bere nella zona.
La sera del giorno di Pasqua nella Parrocchiale di Colere è previsto un recital vocale e strumentale “Cantamaria” con brani classici dedicati alle invocazioni o alla celebrazione della Madonna. I brani saranno interpretati dal tenore Manuel Minelli e dal baritono Aquilino Belingheri diretti dal M.o Marco Magri che si esibirà alla tromba accompagnato dal flauto di Alice Morzenti. Si inizia alle 20,30 e la serata vedrà anche alcune testimonianze di miracoli, raccontate da testimoni o protagonisti. L’ingresso è gratuito.
La Festa di Lunedì dell’Angelo vedrà l’apertura ufficiale del Santuario dopo la chiusura invernale. La neve ed il freddo non consentono infatti di tenere sempre aperta la Chiesa. La celebrazione di una Santa Messa solenne alle 10,30 darà l’inizio alle celebrazioni per l’Anniversario dell’Apparizione del prossimo 2 luglio. La cerimonia prevede anche una solenne promessa dei coleresi di essere devoti per sempre alla loro Madonnina. Saranno benedetti gli oggetti sacri che saranno a disposizione dei fedeli come ricordo del Santuario. L’inno della Madonnina di Colere sarà proposto al canto corale non solo della Schola Cantorum locale ma a tutti i pellegrini. Il Santuario che sta tra Dezzo e Vilminore, verrà raggiunto dai colerei e da quanti vorranno partecipare a questa prima manifestazione mariana che vedrà altri importanti incontri ai primi di maggio.
Molte grazie per la cortese diffusione.

Walter Belingheri - Addetto Stampa - Tel. 035 964011

www.scalve.it