Studio climatico
Valle Camonica e Valle di Scalve
a cura di dr. Fausto Franzoni geologo
.

 

Termometria

Climatologia

Distribuzione delle precipitazioni con l'altitudine

Distribuzione delle precipitazioni con l'altitudine

Per precisare maggiormente l'influenza dell'orografia sulle precipitazioni, si è analizzata, per varie fasce altimetriche, la distribuzione della quantità di acqua di precipitazione. La tabella 4.7 riassume i dati mensili (massimi, minimi, medi) ed annuali, delle stazioni nelle fasce altimetriche considerate.
Dall'analisi della tabella si denota un aumento progressivo della quantità annua di precipitazioni con l'aumento dell'altitudine. Analizzando la media totale delle stazioni si nota che si hanno due minimi assoluti relativi a Gennaio e Febbraio con 51,8 mm, mentre il massimo assoluto in Maggio, in accordo con l'andamento delle precipitazioni risultato dall'analisi delle stazioni considerate.

Si esamina di seguito la distribuzione stagionale delle precipitazioni secondo il criterio cronologico dell'annata pluviometrica:

S - O - N

D - G - F

Totale

410,7

172,1

582,8 (43,1%)

M - A - M

G - L - A

Totale

365,8

403,6

769,4 (56,9%)

Si nota che l'importo del semestre estivo è pari al 56,9% del totale annuo.

Di seguito il grafico relativo alle stazioni considerate con i valori medi mensili:

Grafico

Si nota un massimo assoluto a Maggio e due minimi assoluti a Gennaio e Febbraio.

Si considerano ora i giorni perturbati:

mese

Gen

Feb

Mar

Apr

Mag

Giu

Lug

Ago

Set

Ott

Nov

Dic

anno

giorni

5,0

5,0

6,5

9,2

12,5

11,3

9,7

8,7

8,0

8,0

8,0

5,8

97,7

Grafico

Confrontando il regime annuo dei giorni perturbati medi mensili, con il valore medio mensile, si osserva che i mesi di Apr, Mag, Giu, Lug, Ago hanno un valore maggiore di quello medio mensile, pari a 8,1. Il regime annuo medio dei giorni perturbati presenta un massimi assoluto a Maggio, in accordo con il regime pluviometrico. Il minimo dei giorni perturbati si ha a Gennaio e Febbraio, anche in questo caso in concordanza con il regime pluviometrico.

Si calcola ora l'intensità media diurna Imd per mesi per anno, ottenuta dal rapporto tra la precipitazione media mensile ed il numero dei giorni perturbati medi mensili:

mese

Gen

Feb

Mar

Apr

Mag

Giu

Lug

Ago

Set

Ott

Nov

Dic

Imd

10,4

10,4

12,3

12,3

13,9

13,0

13,4

14,6

16,0

18,4

16,9

11,7

Si nota un massimo ad Ottobre ed due minimi a Gennaio e Febbraio, in concordanza con il regime pluviometrico.

La tabella successiva mostra invece la frequenza percentuale dei giorni piovosi di ogni mese e dell'anno:

Gen

Feb

Mar

Apr

Mag

Giu

Lug

Ago

Set

Ott

Nov

Dic

anno

16,1

17,9

21,0

30,6

40,3

37,8

31,2

28,0

26,7

25,8

26,7

18,8

26,8

Si nota un massimo assoluto a Maggio ed un minimo a Gennaio.

www.scalve.it