Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Orobic Ice ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Orobic Ice ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph.Francesco Rota Nodari - Tracciato Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph.Francesco Rota Nodari - Tracciato Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli

PIANTOBALDO NUOVA LINEA IN PRESOLANA

Parimbelli, Arosio e Spiranelli sulla NW
tratto da http://www.up-climbing.com/it/news/ghiaccio-e-misto/piantobaldo-nuova-linea-in-presolana

15 Marzo 2011

Una nuova splendida linea di misto sulla parete NW della Presolana occidentale, nelle Alpi Orobie Bergamasche,  è stata aperta l’11 marzo scorso, in 11 ore (dopo un precedente tentativo) da Yuri Parimbelli,  Tito Arosio e Ennio Spiranelli.

La via è stata  battezzata Piantobaldo in ricordo di Roby Piantoni, perché  con questo curioso nome  Bruno Tassi “Camoss” chiamava la guida bergamasca. Un modo simpatico per ricordarli entrambi.  

E’ una grande via non solo per la lunghezza, la difficoltà tecnica e l’aleatorietà dei passaggi più ostici, ma per la trama elegante che disegna sulla pelle ruvida della regina delle Orobie e lo stile pulito di arrampicata adottato dal team.

Ennio Spiranelli sulla NW della Presolana ha aperto altri 3  nuovi itinerari: nell’ottobre 1985 G.A.N. , nel febbraio 1990 Orobic Ice e nel settembre 2006 In cammino con Marco e Cornelio.

Piantobaldo  Difficoltà: WI 4 M7 A1   600m
E’ una parete che mi ha sempre affascinato ed in particolare in inverno diventa una parete decisamente “Alpina”. Sono felice che i miei fortissimi amici hanno trovato un ambiente che li ha soddisfatti per le difficolta’ e l’impegno complessivo.
La cosa che poi mi e’ piaciuta maggiormente e’ stato che c’erano tre generazioni alpinistiche: il vecchietto con la sindrome di Peter Pan e che ha voglia ancora di “tribulare”, il ”fenomeno” Yuri che ha fatto della montagna la sua professione e che e’ di un livello assolutamente incredibile, e il giovane Tito che ha tutte le carte in regola per diventare davvero fortissimo.
Ennio Spiranelli
 
 
Inutile dire che l’ idea di provare a salire sulla NW della Presolana per  questa via e’ partita da Ennio ed io ho accettato subito senza chiedere informazioni particolari, mi piaceva l’ idea di fare qualcosa assieme, visto che pur conoscendoci da tanto non abbiamo avuto molte occasioni di legarci  insieme. Mi e’ poi venuta l’ idea di chiedere a Tito, giovane gia’ molto sveglio e valido e con una gran voglia di fare unita ad un bel talento. Anche lui ha accettato subito senza chiedere molte informazioni, cosi eccoci sulla parete .
Abbiamo fatto un tentativo 2 settimane fa, ma portando poco materiale e pensando di salire abbastanza veloci, invece giunti alla base dell’ ottavo tiro dopo mezzogiorno e con soli 3 chiodi abbiamo deciso di calarci, il giorno dopo avevamo tutti degli impegni e non potevamo annullarli......purtroppo la vita e’ questa.... Siamo poi tornati giovedi e venerdi ed e’ andato tutto benissimo anche se l’  ottavo tiro ci ha impegnato parecchio. Abbiamo fatto un bel lavoro di  squadra alternandoci tutti e tre e divertendoci parecchio maturando una bella intesa che spero di poter avere l’ occasione di ripetere.I gradi sono indicativi e accetteremo volentieri correzioni e opinioni.
Ringraziamo il nostro megasponsor Pablo Ayala , gestore del rifugio Albani, che ci ha ospitato sfamandoci e viziandoci contribuendo anche lui alla nostra salita.  Abbiamo chiamato la via Piantobaldo perche’ era il nome con cui Bruno Tassi “Camos” chiamava Roby Piantoni ai corsi guida, ricordando cosi due persone che per Ennio e per me hanno significato tantissimo. Due persone con una personalita’ molto diversa nella vita ma con una determinazione inarrestabile nel perseguire gli obbiettivi che si prefiggevano e che ci accompagneranno sempre, dappertutto
 Yuri Parimbelli
 
Via “Piantobaldo”, Presolana Occidentale parete nord ovest
Dedicata a Roby Piantoni
11 Marzo 2011
 
Yuri Parimbelli G.A.
Tito Arosio
Ennio Spiranelli CAAI
 
Difficoltà: WI 4 M7 A1   600m
Materiale: serie di friend anche micro, nuts, 10 chiodi vari, 3 viti corte/medie.
Tiri:
1.       70° polvere, un cordone di sosta
2.       80° AI 3+, sosta di calata lungo il tiro.
3.       Traverso 40m, sosta a chiodi
4.       Traverso 40m, sosta su clessidra
5.       M4/5 WI3, sosta su clessidra
6.       M6 WI4/5, sosta chiodo e nut
7.       M7 WI4 R; passando sulla sinistra della colata: M7 WI3 sosta con chiodo e nut
8.       A1 M6 WI4, 2 chiodi lasciati lungo il tiro
9.       60°
10.    50°
11.    50°
12.    80°
13.    70 °
14.    Cornice
 
Accesso generale: da Bergamo raggiungere Colere attraverso la Val Seriana e il Passo della Presolana. Da Colere raggiungere il rif. Albani o con la seggiovia o a piedi.
Avvicinamento: come per Orobic Ice, i primi 2 tiri sono in comune. Dal rif. Albani salire fino al passo dello Scagnello e discendere avvicinandosi alla parete fino al attacco della via. Ore 1
Discesa lungo la via normale della Presolana Occidentale lungo il versate sud raggiungendo i Passo della Presolana ore 2-3
Note: fino al settimo tiro è possibile la discesa in doppia in quanto tutte le soste di calata sono già in loco.
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Ennio, Tito e Yuri ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Ennio, Tito e Yuri ph. Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph.Francesco Rota Nodari - Tracciato Spiranelli/Arosio/Parimbelli
Piantobaldo ph.Francesco Rota Nodari - Tracciato Spiranelli/Arosio/Parimbelli
G.A.N. e In Cammino... ph. Ennio Spiranelli
G.A.N. e In Cammino... ph. Ennio Spiranelli