LE PIANTE MEDICINALI DELLA VAL DI SCALVE
di Imerio Prudenzi e Manfredo Bendotti (detto Mago)

Nome scientifico

Famiglia

Nome volgare

Achillea millefolium L.

ASTERACEAE o COMPOSITAE

achillea
   
  pianta fiore  
Mesi di fioritura Periodo di raccolta
giugno-luglio maggio-settembre
ETIMOLOGIA:

il nome del genere deriva dalla tradizione secondo la quale Achille, avendo appreso le proprietà terapeutiche della pianta dal centauro Chirone, l'avrebbe utilizzata per curare i compagni d'armi nell'assedio di Troia.
Il nome della specie deriva dal latino ed è dovuta al fatto che le sue foglie sono 2-3 pennatosette, cioè che presentano frastagliature a licinie strettissime.
 

RICONOSCIMENTO:

è una pianta perenne con foglie alterne, finemente pennate, e fiori raccolti a corimbo di color bianco o rosato.
 

HABITAT:

prati di montagna, margine dei sentieri, pascoli.
 

PARTI USATE:

sommità fiorite
 

PROPRIETA':

nella moderna fitoterapia è usata come regolatore del flusso sanguigno nelle mestruazioni, contro i crampi addominali e le emoraggie. Contiene infatti costituenti chimici, che stimolano la coagulazione del sangue. Diversi altri costituenti, azulene, canfora, camazulene, eugenolo, mentolo, quercetina, rutina e acido salicilico, possiedono proprietà antinfiammatorie e analgesiche. Altri ancora, tannini, terpenolo e cineolo agiscono come antisettici. Rimedio digestivo: contiene un costituente chimico presente anche nella camomilla e il camazulene, che contribuisce a rilassare il tessuto muscolare liscio dell'apparato digerente. Gli antispasmodici rilassano non solo l'apparato digerente, ma anche altri muscoli lisci, compreso l'utero (crampi muscolari). Tranquillante: contiene anche una piccola quantità di un costituente chimico ipnotico, il tujone, i cui effetti sono stati paragonati a quelli della marijuana.
 

CURIOSITA':

la leggenda narra che durante la guerra di Troia Achille arrestò l'emorragia alla spalla ferita di un compagno d'arme, applicandovi le foglie dell'achillea.. Così Achille decise dell'impiego dell'achillea in erboristeria per oltre 2500 anni.
 

CONTROINDICAZIONI:

può dare reazioni allergiche, dovute ai lattoni sesquiterpenici, e fotosensibilizzazione.

Programmazione: Software & Technology Information - Foto Giorgio  www.scalve.it

<< home >>

www.scalve.it