Articolo tratto da "L'Eco di Bergamo" 9 gennaio 2009
Rinasce l’Alpi: ora è ristorante
Lo storico albergo chiuse 20 anni fa. Ospiterà happy hour e mostre

Dopo anni di abbandono rinasce l'Albergo delle Alpi, fiore all'occhiello del turismo di Schilpario fino agli Anni Ottanta. Rinasce e si trasforma in un ristorante, dove poter assaporare la buona cucina scalvina. L'edificio in pieno centro storico (nella zona compresa tra via Costa e piazza Cardinal Angelo Maj, cuore del paese) aveva accolto fino a vent'anni fa i turisti, attratti dall'aria salubre e soprattutto dalle piste da sci di Epolo. Ora è stato ristrutturato e si presenta come una palazzina dalla doppia anima: al piano terra il ristorante Alpi, ai quattro superiori la palazzina residenziale con 28 appartamenti, il “Complesso delle Alpi”. Del recupero si è fatta carico la “Bettoni I.Q.”, proprietaria dello stabile.
Alla recente inaugurazione erano presenti anche i rappresentanti di tutte le associazioni di volontariato che operano in Valle. Tarcisio Bettoni, presidente dell'omonimo gruppo, nel suo discorso di benvenuto ha sottolineato il grande lavoro svolto dalle associazioni scalvine: “Abbiamo deciso di condividere la nascita di questa nuova realtà con chi, in Valle, ha sempre dedicato tempo e dedizione per sostenere obiettivi nobili come lo sport, l'arte e il volontariato”, ha detto.
Anche il sindaco Giammario Bendotti ha preso parte alla cerimonia, dichiarandosi soddisfatto per il recupero di una parte così importante del capoluogo scalvino, ha posto l'accento sulla “vocazione turistica del paese che non può prescindere da simili strutture di accoglienza”. “Alpi non vuole essere solo un ristorante pizzeria, ma anche un luogo dove, in occasioni particolari, si possano organizzare happy hour, mostre, concerti e convegni - spiegano i proprietari -. La sala al piano inferiore, in particolare, dotata di proiettore e assolutamente riservata, può essere il luogo ideale per riunioni o piccoli meeting”. Anche la gestione di Alpi è nel segno della novità. Il ristorante infatti, pur essendo di proprietà della società Abies srl (che si occupa di strutture ricettive e fa capo al gruppo Bettoni, con sede ad Azzone) sarà gestito dalla giovane scalvina Cati Boni, affiancata dal pizzaiolo Luciano Pizio, schilpariese doc, e dallo chef Walter Betti. Il ristorante rimarrà aperto tutti i giorni, per maggiori informazioni contattare lo 0346.55379 oppure visitare il sito www.alpilike.it.
F. Bar.

www.scalve.it