Articolo tratto da "L'Eco di Bergamo" lunedì 16 febbraio 2009
Trofeo Sora a -9 gradi “Vilminore A” fa il bis
Spiazzi di Gromo, riconquistata la staffetta. In lizza 35 squadre
Centinaia di alpini riuniti per ricordare il leggendario colonnello

SPIAZZI DI GROMO
La squadra “Vilminore A”, composta da Simone Paredi, Antonio Toninelli e Claudio Gelpi, si è aggiudicata la vittoria, per la seconda volta consecutiva, nella gara per il Trofeo Gennaro Sora. Alfredo Pasini, classe 1948, padre dei campioni azzurri di fondo, Renato e Fabio, ha vinto la gara dei “veci”, mentre alla squadra di Gandellino (Pietro Bonetti, Raffaello Bertuletti e Massimiliano Scanzi) come squadra più giovane, novant'anni in tre, è stato assegnato il Trofeo “Sogno d'inverno”, alla memoria di Luigi Bonetti.
Tutto questo a conclusione di una giornata entusiasmante nel corso della quale le penne nere dei Gruppi Ana Alta Valle Seriana, Val Gandino, Val del Riso, Val Borlezza, Val di Scalve e Foresto Sparso, in stretta collaborazione con la sezione di Bergamo, hanno organizzato a Spiazzi di Gromo, la 53° edizione del Trofeo Gennaro Sora, gara di staffetta alpina, per le frazioni di piano, salita e discesa.
CENTINAIA DI PENNE NERE
Centinaia di penne nere, puntate verso il bianco delle montagne e l'azzurro intenso del cielo. Forti strette di mano, pacche sulle spalle, intensi ricordi della naja trascorsa insieme e di tante opere realizzate in aiuto di popolazioni disastrate da alluvioni e terremoti, di disabili e anziani, secondo il detto coniato da Leonardo Caprioli: “Donare vuol dire amare”. Il tutto a formare un mix di sensazioni che cementano indissolubilmente anziani e bocia e che si sono ancora una volta manifestate ieri a Spiazzi di Gromo, dove le penne nere di tutta la Provincia si sono ritrovate per tifare per i loro beniamini, impegnati nella gara tanto cara agli alpini e che ricorda la leggendaria figura del colonnello Gennaro Sora. Nonostante il freddo intenso - la colonnina di mercurio indicava i nove gradi sotto zero - ben 35 squadre (105 alpini) dalle 9,30 hanno dato spettacolo, gareggiando nelle tre frazioni della gara. Quella di piano è stata vinta da Simone Paredi della squadra Vilminore A, quella di salita da Antonio Toninelli, sempre di Vilminore, e quella di discesa da Gianluca Quintini, della squadra di Serina A. Molto applaudita l'alpina paracadutista, in servizio a Bolzano, Marika Zamboni di Gromo che, nella frazione di piano, si è classificata 16°, lasciandosi alle spalle ben 19 atleti maschi.
LE PREMIAZIONI
Nel pomeriggio, nella medioevale piazza Dante di Gromo, tra lo sventolio di Tricolori e di tanti Gagliardetti alpini, tra i quali il labaro del Nastro Azzurro di Clusone e il vessillo dell'Ana Bergamo, le premiazioni, precedute da una breve sfilata e dalla deposizione, ai piedi del monumento ai Caduti, di una corona d'alloro. Cerimonia resa più solenne dalle esecuzioni del Corpo bandistico del paese. Sul palco allestito ai piedi del palazzo comunale, il presidente Ana Bergamo, Antonio Sarti, con il Consiglio direttivo provinciale e il generale Elio Carrara. E poi Anita Sora e Isabella Natali Sora, nipote e pronipote di Gennaro Sora, il•capogruppo degli alpini di Gromo, Marco Pellegrinelli, l'alpino, classe 1920, Giovanni Zanoletti e Demetrio Marinoni, al quale è stata consegnata una targa di ringraziamento per aver presieduto, per 30 anni, il Comitato per il Sora.
Hanno via via preso la parola Marco Pellegrinelli, l'assessore di Gromo Beniamino Lubrini e Antonio Sarti. Claudio Zucchelli ha ringraziato a nome del Comitato per il Sora e Luigi Furia ha ricordato come recentemente si sia tentato di infangare ingiustamente la memoria di Gennaro Sora, figura di uomo e di alpino di onestà adamantina. E come la sezione Ana di Bergamo abbia reagito duramente alle calunnie ingiustamente formulate. Quindi le premiazioni ai singoli atleti e alle squadre. Queste le prime cinque classificate: Vilminore A, Serina, Casnigo A, Clusone A, Gandellino, il Trofeo Sora e il trofeo “Sogno d'inverno” saranno conservati dalle squadre assegnatarie e rimessi in palio il prossimo anno.
Enzo Valenti

www.scalve.it