Articolo tratto da "L'Eco di Bergamo" martedì 17 febbraio 2009
Scialpinismo e Arva
Un giorno a scuola col Soccorso alpino

Ci sono regole da conoscere anche per chi pratica lo scialpinismo. “Il loro rispetto – spiega Silvio Visini, gestore del rifugio Cimon della Bagozza, aperto tutto l'anno nella magnifica conca dei Campelli - è indispensabile per la propria e l'altrui sicurezza. Mi riferisco ad esempio alla conoscenza della neve, dei percorsi e dell'uso di quelle attrezzature, come l'Arva, che consentono, in caso si valanga, un rapido intervento di soccorso”. Per favorire tutto questo il Gruppo alpinistico “Cimon della Bagozza” organizza per sabato, con il patrocinio del Corpo nazionale del Soccorso alpino, VI Delegazione orobica, del Comune e dell'Ufficio turistico di Schilpario, una giornata finalizzata alla “conoscenza dell'ambiente innevato e alla sicurezza dello sci alpinista”. L'iniziativa è libera e gratuita: chi volesse aderirvi può informarsi all'Ufficio turistico di Schilpario (0346.55059), oppure contattando Silvio Visini (349.3016270) o Giovanmaria Grassi (328.0496934). Il programma dell'iniziativa prevede il ritrovo degli scialpinisti alle 9 al rifugio Cimon della Bagozza e l'iscrizione. Alle 9,30 la passeggiata scialpinistica di un'ora e mezza circa e, alle 11, la relazione dei tecnici volontari del Soccorso alpino sul materiale necessario per praticare lo scialpinismo in sicurezza. Seguirà una dimostrazione dell'uso dell'Arva, la strumentazione per la ricerca di persone travolte da slavine o in situazione di difficoltà, nella ricerca di travolti in valanga e alle 12 la simulazione di autosoccorso in caso di travolgimento. Alle 13 il rientro in rifugio, per chi lo desidera il pranzo in compagnia, con valutazione dell'attività e proposte per un secondo appuntamento.

www.scalve.it