Articolo tratto da "L'Eco di Bergamo" giovedì 19 febbraio 2009
Più di 80 partecipanti alla gara organizzata dal Moto Club Valdiscalve: molti i campioni
Un successo l'enduro sulla neve
La notturna di Barzesto vinta da Gerini. Sul podio anche Bagatti e Albergoni

Ha coinvolto un buon numero di assi della specialità la prima edizione dell'”Enduro nda 'nef”, sulla neve, organizzato dalla sezione Valdiscalve del Moto Club Bergamo.
Si è disputata in notturna, su una pista realizzata in località Barzesto e ha visto al via, tra gli altri, i pluricampiani italiani Simone Albergoni e Stefano Passeri, i forti Andrea Belotti, Giuseppe Canova, Giovanni Gritti, Maurizio Cecconi e Michael Pogna, gli azzurrini Jonathan Manzi, Mirko Gritti e Maurizio Gerini, l'ex campione ed attuale manager delle supermoto Massimo Migliorati.
I valori in campo sono emersi attraverso la disputa di quattro brevi manche (con durata intorno al minuto), a conquistare il successo assoluto è stato Cerini, esponente del Motoclub Lumezzane, classe 1985, di Imperia, su Ktm 250 4 tempi. Ha iniziato con un ottavo posto, poi è risultato terzo e quindi, prese le misure, ha battuto tutti nelle due frazioni conclusive. Il suo tempo totale (considerati i tre migliori risultati) è stato di 2'46"69. A poco meno di un secondo, su un mezzo quad, si è classificato in seconda posizione il conduttore locale Alessandro Bagatti (Mc Bg Valdiscalve-Polaris), mentre a completare il podio assoluto ci ha pensato lo spiranese Albergoni (Fiamme Oro-Ktm Factory) col tempo di 2'47"56. Nella top ten (oltre ottanta i partecipanti) i seriani Canova e Migliorati, quarto e quinto, il camuno Pogna (che sta facendo faville anche nel tricolore motoslitte), settimo, e il giovanissimo Ricchiari, ottavo.
Classe per classe l'hanno spuntata Gerini nella élite, Ricchiari (Mc Lumezzane-Ktm) tra i licenziati, Bagatti coi quad, Peter Grassenis (Mc Bg Ponte Nossa-Honda) tra i tesserati.
La riuscita della manifestazione ha indotto il presidente Andrea May e i suoi collaboratori ad assicurare che l'evento verrà sicuramente ripetuto in futuro.
Danilo Sechi

www.scalve.it