Articolo tratto da "L'Eco di Bergamo" 28 aprile 2009
Colere, Franco Belingheri resta l'unico concorrente

COLERE - Franco Belingheri, sindaco uscente e guida del gruppo “Progetto Colere”, anche quest'anno correrà da solo per la carica di primo cittadino. A meno di sviluppi dell'ultima ora. “La possibilità di non avere una minoranza in Consiglio rammarica: il confronto è alla base di una buona politica”, spiega Belingheri, che è anche presidente della Comunità montana di Scalve. “Proseguiremo con quanto già avviato, stiamo cercando persone disponibili a collaborare e di sicuro il prossimo mandato servirà per concludere soprattutto le opere pubbliche già appaltate ma non ancora finite”. L'ampliamento del cimitero, la riqualificazione di piazza Risorgimento, il collegamento stradale tra le vie Camposanto e Padre Lazzaroni (con ampliamento del parcheggio pubblico) e la realizzazione di marciapiedi che dal centro del paese collegheranno con le contrade Carbonera e Valzella. Intanto alle famiglie sta per essere recapitato il “bilancio di mandato 2004-2009”, rendiconto comprensivo del numero di sedute consiliari e di Giunta e delle delibere adottate.
Nell'elenco gli interventi realizzati dalla Comunità montana di Scalve per conto del Comune di Colere. La Comunità, presieduta dal 2004 da Belingheri, è stata protagonista di un movimento forte a difesa dell'autonomia. “L'ente ha potuto raccogliere una consistente somma di contributi dalla Regione e altri enti”, tiene a sottolineare Belingheri che conclude con “un ringraziamento a tutti i consiglieri e ai dipendenti comunali”.
Federica Barcella

www.scalve.it