Articolo tratto da "L'Eco di Bergamo" 28 marzo 2010
Invasione di alpini ai campionati di sci
Colere in festa accoglie 376 atleti delle penne nere
Oggi sfida sulle piste: un bergamasco tra i favoriti

COLERE Prima giornata di festa per il paese di Colere, che ospita questo weekend la 44° edizione dei Campionati nazionali Ana di slalom gigante.
Trecentosettantasei atleti di 37 diverse sezioni hanno dato vita nel pomeriggio di ieri alla sfilata verso il monumento ai Caduti, dove è stata deposta la corona e acceso il tripode recentemente restaurato. A questo suggestivo gesto sono seguiti i discorsi delle autorità: hanno preso la parola il capogruppo degli alpini di Colere Giacomo Belingheri, il sindaco Franco Belingheri e il presidente della sezione di Bergamo Antonio Sarti. Il vicepresidente nazionale, Cesare Lavizzari, ha ricordato l'aiuto portato dagli alpini alle popolazioni abruzzesi, con 8.500 volontari e 665 mila ore di lavoro. “In questa occasione - ricorda - la popolazione italiana ha risposto con fiducia e prontezza all'appello degli alpini, che hanno così potuto costruire il magnifico villaggio a Fossa, inaugurato a metà novembre. Per aiutare ulteriormente questa comunità, così duramente colpita, gli alpini la prossima settimana poseranno la prima pietra del complesso che vedrà nascere la chiesa, un oratorio e una canonica”. Ha concluso gli interventi il generale Cussino, classe 1928, che sarà impegnato nelle gare di oggi e che con l'armonica a bocca ha voluto dedicare a tutti gli alpini presenti la melodia del “Silenzio”. E’ venuto poi il momento della Messa, animata dalla corale scalvina Maestro Cinto Morandi. “Dopo il momento più istituzionale che abbiamo vissuto in apertura - ha spiegato uno degli organizzatori, il maestro Marco Bendotti - ora tocca alla giornata effettivamente dedicata allo sport”.
E la sfida sarà davvero agguerrita. A difendere il titolo vinto nell'edizione precedente scenderà, tra gli altri, il campione uscente, Francesco Santus, della sezione di Bergamo. Ma tra i favoriti spunta pure un altro giovane, Daniel Bernardini, classe 1985, dalla sezione di Brescia, che ha da poco conquistato il titolo di campione universitario nella specialità del super G. Si sfideranno sulle piste della Colere Ski Area 2.200 dieci diverse categorie di atleti, divisi in fasce d'età: a partire dai Seniores, che comprendono le classi dal 1970 al 1991, fino ad arrivare alla categoria Master B, della classe 1929 e precedenti. In questa categoria parteciperanno tre atleti ultraottantenni, due del 1926 e uno del '28. E tra tanti atleti, c'è un'unica donna iscritta alla competizione: si tratta di Barbara Belingheri, del gruppo di Colere, che non gareggerà in una categoria a parte ma dovrà confrontarsi con i colleghi maschi.
Le gare saranno ospitate in due differenti piste: le categorie Seniores e Master A1 si sfideranno sul tracciato “A”, la pista Italia-Bretella; le categorie Master A2, A3, A4 e le varie Master B si sfideranno invece sulla pista “B”, la pista Presolana. Per la fase finale delle premiazioni ci si sposterà nel pomeriggio al poco comunale degli alpini.
“E’ stato bello vedere, oltre alla partecipazione degli alpini - racconta il capogruppo Belingheri l'affetto con cui la popolazione di Colere ha accolto gli atleti. Non c'è casa che non abbia appeso la bandiera d'Italia alle proprie finestre. Ma soprattutto dobbiamo ringraziare i giovani che hanno raccolto la sfida di organizzare questa manifestazione”. Confrontandosi anche con qualche imprevisto: ieri mattina, a causa di un forte temporale, si è verificato un guasto alla seggiovia che porta alle piste. “Con tempestività però si è subito intervenuti per ripristinare la situazione e adesso è tutto sotto controllo”, assicura il capogruppo.
Per questa edizione sono previsti due premi speciali, il trofeo Ana Colere per la sezione Ana più distante (quella abruzzese), e il Trofeo Bettineschi Fiorino per il concorrente più anziano. L'ultima sezione che si è aggiudicata il titolo nazionale è stata quella di Bergamo, grazie appunto alla prestazione di Francesco Santus, mentre la sezione di Trento ha scritto per ultima il suo nome nell'albo d'oro del Trofeo Ugo Merini, challenge perpetuo istituito nel 1973 per onorare il presidente nazionale tragicamente scomparso nel 1971.
Alice Bassanesi

www.scalve.it