www.scalve.it

BREVE CORSO DI FOTOGRAFIA PER PRINCIPIANTI

di Roberto Urbinati e Piergiorgio Capitanio

 

Introduzione

Breve storia della
fotografia

INDICE ANALITICO
A
Angolo di campo
ASA

C
Campo
-Angolo di campo
-Profondità di campo
-Profondità di campo e lettura dell'obiettivo
-Profondità di campo e diaframma
-Profondità di campo e obiettivi
Cornea
Cristallino

D
Diaframma

-Misura del diaframma
-Numero di diaframma
-Relazione col tempo d'esposizione
-Serie dei numeri
-Diaframma e profondità di campo
DIN

E
Emulsione
E.V.

Esposimetro

F
Filtri correttivi
Flash
Fotocamera
f-STOP
f-STOP incrase
 
Fotografia digitale

G
Gigantografie
Grana

-Grana e messa a fuoco
-Grana e nitidezza
-Grana e sensibilità
-Grana, sensibilità e gigantografie
Grandangolo

 I
Illuminazione artificiale
Intensità della luce
Iperfocale
Iride
ISO

L
Lampade
Lampeggiatore

M
Messa a fuoco

-Messa a fuoco e grana
-Messa a fuoco e ingrandimento
Misura
-Misura del diaframma
-Misura della sensibilità

N
Nitidezza

-Nitidezza e grana
Normale (obiettivo)
Numero di diaframma
Numero guida (N.G.)
 

O
Obiettivo

-Obiettivo e profondità di campo
Occhio
Oculare
Otturatore 

P
Pellicole

-Pellicole lente (definizione)
-Pellicole rapide (definizione)
Pentaprisma
Potere risolutivo
Profondità di campo

-Profondità di campo e diaframma
-Profondità di campo e lettura dell'obiettivo
-Profondità di campo e gli obiettivi

R
Relazione tra diaframmi e tempi d'esposizione
Retina

S
Scala dei tempi d'esposizione
Scelta del tempo d'esposizione
Sensibilità

-Misura della sensibilità
-Sensibilità e grana
-Sensibilità, grana e gigantografie
Serie dei numeri di diaframma
Specchio mobile
Supporto

T
Teleobiettivo
Tempo d'esposizione

-Tempo d'esposizione con il flash (lampeggiatore)
-Relazione col diaframma
-Scelta del tempo d'esposizione
-Scala dei tempi d'esposizione

Z
Zoom

USO MANUALE DEL FLASH

I lampeggiatori moderni regolano automaticamente la quantità di luce da fornire al soggetto, ma volendo possono essere regolati alla massima potenza ed usati manualmente come i vecchi flash.
Per conoscere la potenza luminosa di un flash si ricorre al NUMERO GUIDA che è un numero fisso che permette di calcolare l'apertura del diaframma (f-STOP)  conoscendo la distanza a cui si trova il soggetto.
Più il numero guida è grande più il flash è potente.

IMPORTANTE!!!
Il valore del numero guida di ogni flash è SEMPRE riferito all'uso di un pellicola di 100 ASA.
(vedi formula matematica)

Dove:
f-STOP= numero d'apertura del diaframma
N.G. = numero guida (è una costante fornita dal costruttore)
Dist (m) = distanza oggetto-flash espressa in metri

Nel caso che occorra sapere a che distanza deve essere posto un oggetto per poter usare un determinato f-STOP si usa questa formula: vedi formula

-Il tempo d'esposizione da usare con il flash NON può essere calcolato perché viene fornito dalla casa costruttrice della propria fotocamere.
-In genere questo tempo viene messo in evidenzia grazie al simbolo del lampo o scrivendolo con un colore diverso.
-Le macchine fotografiche più sofisticate usano automaticamente il tempo corretto non appena si inserisce il flash sulla fotocamera.
Nel caso che si usi una pellicola che non sia di 100 ASA e si desideri fare i conti per l'uso manuale del flash le due formule scritte sopra diventano: vedi formula
Dove: rq ASA = la radice quadrata della sensibilità della pellicola usata espressa in ASA

NOTA: nel caso che al flash venga montato un diffusore ci si deve ricordare che il valore di f-STOP deve essere diviso per 1.4 (aprire di 1 f-STOP)

www.scalve.it