www.scalve.it

BREVE CORSO DI FOTOGRAFIA PER PRINCIPIANTI

di Roberto Urbinati e Piergiorgio Capitanio

 

Introduzione

Breve storia della
fotografia

INDICE ANALITICO
A
Angolo di campo
ASA

C
Campo
-Angolo di campo
-ProfonditÓ di campo
-ProfonditÓ di campo e lettura dell'obiettivo
-ProfonditÓ di campo e diaframma
-ProfonditÓ di campo e obiettivi
Cornea
Cristallino

D
Diaframma

-Misura del diaframma
-Numero di diaframma
-Relazione col tempo d'esposizione
-Serie dei numeri
-Diaframma e profonditÓ di campo
DIN

E
Emulsione
E.V.

Esposimetro

F
Filtri correttivi
Flash
Fotocamera
f-STOP
f-STOP incrase
 
Fotografia digitale

G
Gigantografie
Grana

-Grana e messa a fuoco
-Grana e nitidezza
-Grana e sensibilitÓ
-Grana, sensibilitÓ e gigantografie
Grandangolo

 I
Illuminazione artificiale
IntensitÓ della luce
Iperfocale
Iride
ISO

L
Lampade
Lampeggiatore

M
Messa a fuoco

-Messa a fuoco e grana
-Messa a fuoco e ingrandimento
Misura
-Misura del diaframma
-Misura della sensibilitÓ

N
Nitidezza

-Nitidezza e grana
Normale (obiettivo)
Numero di diaframma
Numero guida (N.G.)
 

O
Obiettivo

-Obiettivo e profonditÓ di campo
Occhio
Oculare
Otturatore 

P
Pellicole

-Pellicole lente (definizione)
-Pellicole rapide (definizione)
Pentaprisma
Potere risolutivo
ProfonditÓ di campo

-ProfonditÓ di campo e diaframma
-ProfonditÓ di campo e lettura dell'obiettivo
-ProfonditÓ di campo e gli obiettivi

R
Relazione tra diaframmi e tempi d'esposizione
Retina

S
Scala dei tempi d'esposizione
Scelta del tempo d'esposizione
SensibilitÓ

-Misura della sensibilitÓ
-SensibilitÓ e grana
-SensibilitÓ, grana e gigantografie
Serie dei numeri di diaframma
Specchio mobile
Supporto

T
Teleobiettivo
Tempo d'esposizione

-Tempo d'esposizione con il flash (lampeggiatore)
-Relazione col diaframma
-Scelta del tempo d'esposizione
-Scala dei tempi d'esposizione

Z
Zoom

L'OTTURATORE

L'otturatore Ŕ quel meccanismo che effettivamente fornisce la luce alla pellicola aprendosi e chiudendosi.
Esistono vari tipi di otturatori ma quello che ora Ŕ pi¨ usato Ŕ quello a tendina e quindi spesse volte si usa il termine di tendina come sinonimo di otturatore.
L'otturatore assieme al diaframma ha lo scopo di fornire la corretta quantitÓ di luce alla pellicola; il primo illuminandola per periodi pi¨ o meno lunghi ed il secondo con un'intensitÓ pi¨ o meno forte. Questi concetti verranno approfonditi parlando del tempo d'esposizione ma per il momento Ŕ meglio specificare due caratteristiche pratiche quali la mezza posa "B" e l'autoscatto.
La mezza posa "B" permette di tenere aperto l'otturatore per un periodo illimitato; o meglio fino a che non si molla il dito dal pulsante di scatto. E' indispensabile per le fotografie notturne e per la fotografia stroboscopica.
L'0autoscatto Ŕ un sistema che permette di far scattare la foto in ritardo rispetto al momento in cui si Ŕ premuto il pulsante di scatto. E' stato inventato per poter fotografare se stessi ma Ŕ utilissimo per evitare di muovere la macchina durante lo scatto quando si fanno fotografie con tempi d'esposizione lunghi appoggiando la macchina su supporti ballerini e di fortuna.

www.scalve.it